Inizia una nuova era: Amazon arriva in Svizzera!

by The Daily Geek 664 views0

Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, una delle aziende ritenute oggi tra le più potenti al mondo, ha piani concreti per la Svizzera – l’ingresso sul mercato pare essere ormai imminente!

Fonti autorevoli riferiscono che il più grande rivenditore online del mondo ha firmato un accordo di collaborazione con la Posta Svizzera. In futuro la Posta effettuerà lo sdoganamento per Amazon a tempo di record, ossia entro un massimo di 3 ore a collo, al fine di consentire una consegna in 24 ore anche dall’estero, come proposta da Amazon anche in altri Paesi con la sua offerta “Prime”. Il cliente svizzero sarà quindi in grado di accedere all’offerta online completa di Amazon, che comprende 229 milioni di prodotti. Amazon segue già questo modello nei Paesi Bassi, in Austria e in Turchia.

Sebbene Felix Stierli, responsabile dell’ufficio di sdoganamento della Posta confermi che alcuni aspetti operativi siano ancora da approfondire, ci si aspetta che le prime consegne arrivino tra dicembre e gennaio. Anche Ralph Kleber, Country Manager di amazon.de, conferma l’interesse per il mercato svizzero. “Di certo non trascureremo la Svizzera. Il cliente svizzero è estremamente importante. Amazon non vuole deluderlo”.

L’ingresso di Amazon in territorio elvetico creerà indubbi sconvolgimenti nel mercato delle vendite di prodotti online; soprattutto per coloro i quali hanno applicato politiche dei prezzi soggettive e a proprio piacimento, avallati da una politica restrizionista che li poneva al riparo dai grossi player mondiali. Un sano duopolio è sicuramente auspicato dai consumatori: considerando l’ingente numero di prodotti offerti e i prezzi applicati, molti degli attuali rivenditori online (Gruppo Migros, Digitec, Galaxus, Aldi, Gruppo Coop, Lidl, Siroop e molti altri) dovranno rivedere la propria politica dei prezzi o prepararsi alla perdita di sostanziose fette di mercato. La politica aziendale da attuare appare limpida: o ci si adeguerà ripristinando una sana concorrenza, o si verrà cannibalizzati. Per quanto ciò possa risultare preoccupante per le aziende che commercializzano prodotti primariamente online, dall’altro finalmente i consumatori potranno esercitare il loro diritto di acquisto secondo coscienza, non più obbligati a foraggiare prezzi fuori mercato grazie a vincoli doganali e margini gonfiati dal cambio franco/euro mai adattato al reale status quo, una pratica al giorno d’oggi inconcepibile.

Quest’inverno soffierà un vento gelido là fuori!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Puoi usare i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>