The Daily Geek
Image default
Home » Fitbit presenta una ricerca che rivela quanto le restrizioni COVID-19 abbiano avuto un impatto importante sull’attenzione degli italiani nei confronti della salute
Featured Gadgets Wearables

Fitbit presenta una ricerca che rivela quanto le restrizioni COVID-19 abbiano avuto un impatto importante sull’attenzione degli italiani nei confronti della salute

Secondo una recente ricerca condotta per conto di Fitbit, a partire dal lockdown gli italiani sono diventati maggiormente consapevoli nei confronti della loro salute e stanno dando una sempre maggiore priorità al miglioramento del proprio benessere. Allo stesso tempo, però, la situazione in cui ci siamo trovati e che continua a influenzare le nostre vite, ci ha messo di fronte a nuove sfide per la nostra salute, come il notevole aumento dei livelli di stress.

La ricerca è stata condotta su 1.009 persone in Italia nel mese di agosto1. Agli intervistati è stato chiesto di condividere la loro percezione individuale dello stato di salute personale, dello stress e delle abitudini di vita come conseguenza del COVID-19. I risultati della ricerca sono stati analizzati insieme ai dati anonimi e aggregati degli utenti Fitbit, raccolti tra il 24 febbraio al 29 agosto 2020, che hanno valutato i parametri relativi al sonno, all’attività e ai passi2.
Il primo dato significativo riguarda l’attenzione degli italiani verso la propria salute personale: prima della pandemia di COVID-19 la ricerca evidenzia un interesse del 20% degli intervistati a livello italiano, mentre ora che stiamo imparando a convivere più a lungo con questa realtà, la percentuale è salita al 76% e ciò conferma che, oggi più che mai, viene data una maggiore priorità riguardo alla propria salute.

“Il COVID-19 ha portato dei cambiamenti improvvisi alla nostra vita quotidiana, ma allo stesso tempo ha anche dato a molte persone l’opportunità di rallentare e prendere davvero sul serio la propria salute e il proprio benessere. Nonostante il forte impatto sulle nostre vite, molti sono riusciti a fare cambiamenti positivi e concreti e ciò è effettivamente dimostrato da questa ricerca esterna così come anche dai dati dei nostri utenti Fitbit, che continueremo a monitorare man mano che la situazione evolve”, ha affermato Giovanni Bergamaschi, Fitbit Regional Director Southern Europe Fitbit.

Prima ondata: cosa abbiamo imparato

Mentre il numero di casi di COVID-19 ricomincia ad aumentare ed entrano in vigore ulteriori restrizioni, Fitbit incoraggia i consumatori a continuare ad investire positivamente sul proprio benessere con le buone abitudini intraprese, per affrontare in modo salutare anche i prossimi mesi invernali.

Durante la prima ondata, mentre le routine quotidiane erano stravolte, i partecipanti italiani al sondaggio hanno effettivamente affermato di aver preso provvedimenti concreti per migliorare la propria salute personale:
● Più della metà (54%) dei consumatori intervistati ha sperimentato un cambiamento positivo in termini di salute personale durante la pandemia, affermando di aver sviluppato abitudini e comportamenti personali più sani.1
● Questi cambiamenti verso abitudini più sane sono stati equilibrati nelle varie fasce d’età, con una maggiore incidenza in quella 45/54 (59%) seguita a ruota da quella dei giovanissimi 18/24 (57%)1.
● Il sonno è stato tra i maggiori cambiamenti positivi in Italia. I miglioramenti nel sonno sono stati osservati in quasi la metà degli intervistati (47%) che hanno ottenuto un riposo notturno più lungo.1
● In particolare, il 33% ha affermato di essere andato a dormire prima e il 43% di essersi svegliato prima del solito.
● Anche se alcune donne intervistate in Italia (43%1) hanno confermato di aver percepito un’influenza negativa sul sonno a causa dello stress, hanno comunque dormito più a lungo e con una routine di sonno migliore.

Le abitudini positive che sono state riscontrate durante la prima fase di lockdown sono state essenziali per aiutare le persone nella gestione di un periodo molto complicato. Oltre a dormire meglio, gli italiani hanno bevuto meno alcool (58%) e hanno mangiato cibi più sani (56%).1
I prossimi 12 mesi si prospettano altrettanto impegnativi, e quando agli intervistati è stato chiesto in quale area della loro vita vorrebbero più sostegno e motivazione per sviluppare migliori abitudini di salute personale, la gestione dello stress si è affermato come l’aspetto principale (33%), seguito dall’esercizio fisico (26%) e dalle abitudini alimentari (31%)1. Questa ricerca dimostra che molti intervistati stanno cercando di sviluppare nuove abitudini più sane che potrebbero riuscire a mantenere con un sostegno adeguato.

Attività e passi

Durante l’emergenza COVID-19, il nostro livello di N.E.A.T. (non-exercise activity thermogenesis che in italiano si traduce con termogenesi da attività non associabile all’esercizio fisico)3 è diminuito così come il conteggio dei passi degli utenti Fitbit italiani2, a causa di una riduzione dei movimenti passivi della vita di tutti i giorni. Al di là dell’esercizio fisico in senso stretto, ci sono mancate le semplici attività quotidiane di routine come accompagnare i bambini a scuola, andare e tornare dalla fermata dell’autobus durante il tragitto casa-lavoro o fare le scale durante le nostre pause caffè. Mentre alcuni intervistati hanno riportato un aumento dei livelli di esercizio e di attività reso possibile dal tempo aggiuntivo a disposizione a casa, i dati di Fitbit dimostrano invece che potremmo non essere stati attivi come in realtà pensiamo.

Aumento dei livelli di stress

Mentre la maggior parte delle persone ha registrato miglioramenti a livello di attività e sonno, i livelli di stress sono aumentati e con l’evolversi della pandemia, più della metà degli intervistati (56%) ha dichiarato che i livelli di stress erano maggiori a causa dell’emergenza COVID-191. In generale per la metà degli intervistati (50%) il 2020 è stato l’anno più stressante di sempre.1
Ecco i principali risultati del sondaggio tra gli intervistati italiani in relazione allo stress:
● Il 67% dei giovani di età compresa tra i 18 ei 24 anni ha sperimentato un aumento del livello di stress.1
● Le donne sentono maggiormente gli effetti dello stress e per il 40% delle intervistate influenza la loro energia. Hanno anche riferito che questo fattore influisce negativamente sul loro umore e sulla loro capacità di concentrazione.1
● Per alcuni utenti intervistati, anche il lavoro da casa ha posto in essere delle sfide: il problema principale riportato è stato l’incapacità di separare lavoro e vita personale con il 46% che ha avuto difficoltà a distinguere tra i giorni settimanali e quelli del weekend. 1
● Il 41% delle persone ha dichiarato di aver lavorato più ore e oltre un quarto (30%) ha anche sperimentato un deterioramento della propria salute mentale mentre lavorava da casa.

Lo stress è un fattore importante quando si tratta della salute generale e influenza fattori rilevanti per la nostra vita come l’umore, il sonno, l’alimentazione e persino la salute del cuore.

Quando si tratta di affrontare lo stress è molto importante che le persone trovino una soluzione che funzioni per loro. In particolare, la ricerca condotta per conto di Fitbit ha dimostrato che gli intervistati hanno trovato diverse alternative tra cui ascoltare musica (46%), leggere un libro o un magazine (29%) o fare attività all’aperto (24%)1. Tuttavia, il 12% ha dichiarato di avere ancora difficoltà a gestire lo stress e di non aver ancora trovato una soluzione.

Il nuovo Fitbit Sense aiuta a monitorare le tendenze chiave della propria salute e benessere tra cui un nuovo punteggio relativo alla gestione dello stress basato sulla frequenza cardiaca, sul sonno e sui livelli di attività. Fitbit Sense, infatti, ha il primo sensore al mondo su smartwatch per la gestione dello stress con rilevazione dell’attività elettrodermica (EDA) e l’esperienza combinata su dispositivo e in-app offre informazioni sulla risposta del proprio corpo, grazie a strumenti che aiutano a gestire lo stress sia fisico sia mentale. Il prodotto permette anche di fare una prova gratuita di sei mesi di Fitbit Premium5 per visualizzare un’analisi dettagliata su come viene calcolato il punteggio relativo allo stress, che consiste di oltre 10 input biometrici, tra cui l’equilibrio dello sforzo (impatto dell’attività), la reattività (frequenza cardiaca, variabilità della frequenza cardiaca e attività elettrodermica dall’app EDA Scan), e le tendenze del sonno (qualità del sonno).

Note
Ricerca esterna condotta da Course5 Intelligence per conto di Fitbit a Agosto 2020 su adulti di sesso maschile e femminile, di età superiore ai 18 anni. I risultati della ricerca esterna si basano su un’indagine condotta su 14.071 consumatori in Europa e in particolare in Francia (2.009), Germania (2.008), Irlanda (1.006), Italia (1.009), Paesi Bassi (1.000), Norvegia (1.001), Sudafrica (1.002), Spagna (1.020), Svezia (1003), EAU (1.001) e Regno Unito (2.012). Il sondaggio online è stato condotto da Course5 Intelligence nell’agosto 2020. I dati Fitbit anonimi e aggregati raccolti tra il 24 febbraio e il 29 agosto 2020 e per lo stesso periodo di tempo nel 2019 hanno valutato i dati relativi al sonno, ai livelli di attività e ai passi.
1. Ricerca esterna condotta da Course5 Intelligence per conto di Fitbit a Agosto 2020 su adulti di sesso maschile e femminile, di età superiore ai 18 anni. I risultati della ricerca esterna si basano su un’indagine condotta su 14.071 consumatori in Europa e in particolare in Francia (2.009), Germania (2.008), Irlanda (1.006), Italia (1.009), Paesi Bassi (1.000), Norvegia (1.001), Sudafrica (1.002), Spagna (1.020), Svezia (1003), EAU (1.001) e Regno Unito (2.012).
2. Dati italiani Fitbit anonimi e aggregati raccolti tra il 24 febbraio e il 29 agosto 2020.
3. National Library of Medicine, fonte: “NEAT è l’energia spesa per tutto ciò che facciamo che non sia dormire, mangiare o fare sport. Si va dall’energia spesa camminando verso il lavoro, digitando, svolgendo lavori in giardino, svolgendo attività agricole e agitandosi. Anche le attività fisiche banali aumentano sostanzialmente il tasso metabolico ed è l’impatto cumulativo di una moltitudine di azioni esotermiche che culmina nel NEAT quotidiano di un individuo “.
4. Ulteriori informazioni su https://blog.fitbit.com/covid-19-heart-health/. American Heart Association, fonte: “Stress e salute del cuore”; National Institute of Mental Health, fonte: “5 cose che dovresti sapere sullo stress” ; Organizzazione internazionale del lavoro, fonte: “Stress sul posto di lavoro, una sfida collettiva”
5. Solo nuovi utenti Premium. Annulla prima della fine della prova gratuita per evitare costi di abbonamento. Consulta i termini e le condizioni completi qui: https://www.fitbit.com/global/it/products/services/premium

Articoli simili

Cybersecurity: ospedali più che mai in prima linea

The Daily Geek

Date di uscita annunciate da Sony per The Last of Us 2 e Ghost of Tsushima

The Daily Geek

#iorestoacasa: 10 videogiochi per viaggiare stando comodi sul divano

The Daily Geek

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito impiega cookies per migliorare la tua esperienza utente. Speriamo tu sia d'accordo ma puoi disattivare questa opzione se lo desideri. Accetta Leggi di più