The Daily Geek
Image default
Home » I chip WiFi 60GHz next-gen di Qualcomm offriranno velocità di 10 Gbps
Featured Hardware Networking

I chip WiFi 60GHz next-gen di Qualcomm offriranno velocità di 10 Gbps

Le aziende produttrici parlano del Progetto IEEE 802.11ay ormai da un paio di anni e lentamente stiamo vedendo alcuni progressi. Il progetto ha avuto il suo inizio come una proposta di miglioramento dello stato attuale delle reti wireless ed è il naturale proseguimento del protocollo 802.11ad (che è stato originariamente annunciato a maggio 2009). Con l’802.11ay dalla Wireless Gigabit Alliance (WiGig) si raggiunge quattro volte la larghezza di banda e aggiunge MIMO fino a 4 stream rispetto al suo predecessore. Qualcomm ha annunciato di aver creato la prima soluzione 802.11ay, tecnologia che offre prestazioni di rete eccezionali a 10 Gbps.

C’è sempre molto nervosismo nella comunità WiFi quando cambiano gli standard IEEE. In passato siamo passati da 802.11a a 802.11b per poi vedere un balzo in direzione del 802.11g. A sua volta diventato da 802.11 a 802.11ac / ad / af e questa settimana è stato annunciato che l’802.11ax sarebbe stato rinominato WiFi 6, che è completamente differente  da quello con cui Qualcomm ha lavorato (802.11ay). WiFi 6 utilizzerà le bande radio da 2,4 GHz e 5 GHz presenti nei router Wi-Fi di odierna generazione, ma l’802.11ay di WiGig aggiunge un ulteriore componente hardware a onde millimetriche da 60 GHz che offre velocità ancora miggiori.

Il 5 GHz è in grado di offrire velocità più elevate rispetto a 2,4 GHz, ma ha una portata inferiore e non penetra attraverso i muri. Lo stesso vale per l’802.11, in quanto ha difficoltà a penetrare attraverso il cemento armato. I nuovi  chipset QCA64x8 (fisso) e QCA64x1 (mobile) di Qualcomm, utilizzano uno spettro a 60 GHz che offre più velocità fino a 10 Gbps e una latenza inferiore al millisecondo.

Si dice che questi nuovi chip offrano una prolungata durata della batteria, consentendo anche “capacità di rilevamento Wi-Fi ambientale sempre attive”. Ciò permetterà ai dispositivi di identificare oggetti, persone, movimenti e anche posizioni precise senza essere influenzati dalla luminosità. Qualcomm si aspetta che questa tecnologia venga utilizzata per film in 4K, programmi TV e videogiochi. Ciò è particolarmente indicato per l’utilizzo di AR wireless e VR poiché un’esperienza mobile senza lag è di vitale importanza per l’immersione nella realtà virtuale. I i nuovi chipset sono già disponibili ma gli utenti dovranno aspettare fino a quando verranno implementati nei dispositivi consumer con router WiGig basati su 802.11ay, che verranno rilasciati l’anno prossimo.

Articoli simili

Wi-Fi 6: cosa c’è di diverso e perché è importante

The Daily Geek

Grand Theft Auto V è stato il gioco più scaricato dal PlayStation Store nel mese di agosto

The Daily Geek

HUAWEI presenta HUAWEI Mate20 X (5G)

The Daily Geek

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito impiega cookies per migliorare la tua esperienza utente. Speriamo tu sia d'accordo ma puoi disattivare questa opzione se lo desideri. Accetta Leggi di più