The Daily Geek
Image default
Home » Pulizia Android: come liberare spazio sui dispositivi mobili
Featured Sicurezza Smartphone & Tablet

Pulizia Android: come liberare spazio sui dispositivi mobili

Tutti ormai abbiamo capito che Android e gli smartphone ci semplificano la vita…. Ma cosa succede se per qualche motivo non possiamo contare su di essi?

Quando la memoria del telefono à quasi piena, il dispositivo si rallenta, funziona male e, ovviamente, non possiamo più scaricare e salvare file di grandi dimensioni nella memoria interna. Per evitare questi problemi e sfruttare sempre al 100% le funzionalità del nostro telefono e delle app che abbiamo installato, è importante imparare a gestire la memoria del telefono e fare pulizia su Android, liberando spazio di archiviazione.

Le ultime versioni di Android dispongono di nuove funzionalità che ci aiutano a controllare il nostro dispositivo in modo molto più preciso. In questo articolo vedremo quali sono i sistemi migliori e gratuiti per amministrare la memoria del dispositivo e pulire Android dai file superflui senza dover scaricare nuove app.

Perché la memoria di Android si riempie così velocemente?

Innanzitutto, facciamo chiarezza su un concetto fondamentale. La maggior parte dei telefoni di oggi dispone di molto spazio di archiviazione, ma la memoria si riempie velocemente per due motivi principali: salviamo moltissime foto e video, che occupano molto spazio, e le app salvano molti dati nelle proprie cache.

Come gestire la memoria in modo efficiente

La prima cosa da fare è impostare un backup periodico dei file del dispositivo Android per essere sicuri di non perderli. Una volta completato questo passaggio, possiamo chiedere al dispositivo di ripulire periodicamente Android dai file vecchi.

Vai a Impostazioni > Memoria e tocca la prima voce dell’elenco che viene visualizzato, Gestione memoria. Nella nuova schermata, tocca Off e OK nel messaggio popup. Adesso tocca Rimuovi foto e video e scegli l’intervallo temporale per l’eliminazione dei file. Ad esempio, se imposti “Oltre 30 giorni”, Android rimuoverà automaticamente tutte le foto e i video anteriori a un mese, ma solo se prima ne hai fatto il backup.

Nota: questa operazione è particolarmente utile per chi utilizza WhatsApp o altre app di messaggistica istantanea. Tramite queste app inviamo e riceviamo ogni giorno decine di foto, video e gif, tutti molto divertenti, ma che a distanza di una settimana dimentichiamo addirittura di avere. Tutti questi file possono essere rimossi per liberare spazio utile sul dispositivo.

Pulizia Android manuale

Ecco i metodi più semplici e utili per pulire Android e liberare spazio manualmente:

  1. Liberare spazio: per prima cosa, vai a Memoria e tocca il pulsante LIBERA SPAZIO sotto l’indicatore di spazio utilizzato. Viene visualizzato un elenco di tutti gli elementi che possono essere rimossi. Verifica che non vi siano file utili e poi tocca la voce in basso a destra “LIBERA FINO A…”, che indica anche quanta memoria libererai su Android in questo modo.
  2. Rimozione manuale di file inutili: torna all’elenco principale di Memoria e tocca una delle categorie, ad esempio Foto e video. Sfoglia le sottocartelle e rimuovi gli elementi inutili. Tieni presente che questa operazione può essere molto lunga, per cui ti consigliamo di impostare la rimozione automatica che abbiamo descritto nella sezione precedente di questo post.
  3. Rimuovi le app che non usi: torna alla schermata principale di Android e tocca la piccola freccia verso l’alto che vedi sopra la barra di accesso rapido. In questo modo viene visualizzato un elenco completo di tutte le app installate sul tuo dispositivo. Individua quelle che non utilizzi più e rimuovile per pulire Android e liberare spazio di archiviazione. In questo modo, inoltre, potresti anche rimuovere app di adware e altri programmi PUP (non desiderati).

Svuotare le cache delle app

Come abbiamo visto, oltre a i GB di foto e video che intasano il nostro dispositivo, un’operazione importante per fare pulizia su Android è svuotare periodicamente le cache delle app. La cache è uno spazio in cui i programmi salvano dati per velocizzare gli utilizzi successivi da parte dell’utente. Questa funzionalità è molto utile e migliora l’esperienza complessiva, ma se non impariamo a gestirla, in poche settimane finiremo per esaurire la memoria disponibile sul nostro smartphone.

L’ideale è svuotare periodicamente le cache delle app, ad esempio una volta al mese. Per farlo, apri di nuovo Memoria e sfoglia le varie categorie. Ad esempio, in Altre app tocca Chrome e poi il pulsante CANCELLA CACHE. Alcune applicazioni come Chrome ti consentono di gestire lo spazio di archiviazione. Tocca GESTISCI SPAZIO, leggi attentamente le voci e seleziona le impostazioni e le funzionalità adatte alle tue esigenze. Altre app come Drive ti consentono di cancellare anche i dati utente. In generale, questi dati sono importanti e comprendono i file che hai salvato nelle app, per cui ti consigliamo di NON toccarli. L’importante è svuotare la cache delle app che utilizzi di più, ad esempio Maps ed eventuali giochi mobile.

Salvare i file su schede MicroSD e nel cloud

Infine, un metodo molto efficace per liberare spazio sui dispositivi Android è salvare parte dei file su una scheda di memoria MicroSD (se il tuo telefono te lo permette) o nel cloud.

Schede MicroSD

Inserisci la scheda nel telefono, accendilo e tocca la notifica del sistema per configurare la scheda come memoria interna. In questo modo avrai accesso a un’altra fonte di spazio di archiviazione, che ti consentirà di alleggerire la memoria del dispositivo e velocizzarlo. Il bello delle schede SD è che possono essere estratte e collegate direttamente al PC per gestire i file più velocemente. Purtroppo, sempre più fabbricanti scelgono di non includere più questa opzione sui nuovi modelli di telefoni.

Archiviazione nel cloud

Ci sono tanti file sui nostri dispositivi Android di cui non abbiamo bisogno quotidianamente. Tutti questi GB possono essere salvati in uno spazio di archiviazione cloud, ad esempio su Google Drive o Dropbox. Addirittura, possiamo gestire alcuni tipi di file SOLO sul cloud, ad esempio le foto con l’app Google Foto. Inoltre, la maggior parte di questi servizi offre uno spazio di archiviazione gratuito, generalmente intorno ai 15 GB, che è più che sufficiente per il nostro scopo: dirottare parte dei file del telefono su un’altra ubicazione e pulire Android. Per saperne di più, leggi la nostra guida ai servizi cloud più sicuri.

Riassumendo, ti consigliamo di:

  • Eliminare le app inutili
  • Svuotare la cache delle app più utilizzate
  • Aggiungere una scheda MicroSD al telefono
  • Salvare i file nel cloud
  • Utilizzare tutte le potenti funzionalità di Android per pulire il sistema e liberare spazio.

Inoltre, ti ricordiamo che le prestazioni del tuo smartphone o tablet Android dipendono anche dall’assenza di malwareUn dispositivo pulito è anche più rapido.

Articoli simili

Panda Security Survey – A che età dare uno smartphone ai propri figli?

The Daily Geek

Apple Arcade: giochi di un altro pianeta

The Daily Geek

Apple TV+ debutterà il 1° novembre, con contenuti inediti dei migliori talenti di cinema e TV

The Daily Geek

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito impiega cookies per migliorare la tua esperienza utente. Speriamo tu sia d'accordo ma puoi disattivare questa opzione se lo desideri. Accetta Leggi di più