Alcuni telefoni Android di fascia alta non supportano Netflix / Amazon Prime Video in HD

by The Daily Geek 560 views0

Se fate parte di coloro i quali abbiano provato a guardare Netflix o altri servizi di streaming video a pagamento su determinati dispositivi, potreste aver notato che anche se il vostro piano supporta lo streaming di video in alta definizione, la qualità del video non supera i 480p. Questo non è necessariamente un problema legato alla velocità di Internet o a causa di un bug all’interno dell’app Netflix. Potrebbe essere invece, totalmente colpa del dispositivo stesso.

Questo perché Netflix e altri servizi come Amazon Prime Video sono protetti dalla gestione dei diritti digitali o dai servizi DRM e su Android richiedono il livello più sicuro della soluzione Widevine DRM di Google ( Widevine Level 1) per offrire video HD (720p +) su dispositivi Android. La mancanza di supporto per Widevine L1 può, e lo farà, rendere il video HD non correttamente riprodotto correttamente sul vostro dispositivo Android, indipendentemente dalla potenza del dispositivo o dalla sua risoluzione dello schermo.

Gli amici di XDA Developers hanno dato un’occhiata a cosa è Widevine e a come si può verificare se il dispositivo non ha la versione Widevine L1 necessaria per la riproduzione di contenuti in HD in Netflix o Amazon Prime Video.

Un’introduzione a Widevine

I contenuti di Netflix, siano essi serie TV, film, documentari e persino le serie originali come House of Cards, Orange Is the New Black e Stranger Things, sono protetti con DRM e da misure di crittografia per evitare la pirateria e le registrazioni non autorizzate. A tale scopo, vengono utilizzate più soluzioni DRM, tra cui Widevine DRM di Google, poiché è la forma di protezione per  la maggior parte delle piattaforme di stremaing. Widevine viene utilizzato anche da altri servizi di streaming a pagamento, come Amazon Prime Video. Widevine è una delle soluzioni DRM più vecchie e più utilizzate disponibili sul mercato e una delle più efficaci per proteggere i contenuti digitali. È multi-piattaforma e multi-formato ed è disponibile su quasi 4 miliardi di dispositivi in ​​tutto il mondo, tra cui PC desktop, dispositivi mobili con Android o iOS, televisori, lettori Blu-Ray, set-top box e console di gioco. Widevine è stato sviluppato da Widevine Technologies, una società fondata nel 1999 e acquisita da Google per $ 160 milioni nel dicembre 2010.

Diversi livelli di sicurezza

Mentre tutti i dispositivi Android supportano alcune forme di Widevine, non tutti i telefoni li supportano. Ci sono alcuni livelli diversi: c’è Level 3, il livello di sicurezza del rock bottom usato per proteggere i video SD (480p e inferiore) e i media di qualità standard, poi abbiamo il Livello 1, che è quello usato per fornire media di alta qualità, come video HD / FHD / QHD / 4K. Il Livello 1 richiede misure DRM supportate da hardware per elaborare il contenuto protetto. Affinché un dispositivo possa visualizzare video HD da un servizio supportato da Widevine, tale dispositivo  deve  supportare L1: L3 e consentirà di visualizzare solo video SD indipendentemente dall’abbonamento o dalle funzionalità del dispositivo.

Questo ci porta ad un altro punto: non tutti i dispositivi di punta disponibili sul mercato supportano L1, e quindi non sono in grado di produrre video HD da Netflix. Tra i telefoni definiti “flag-ship” che non supportano Widevine L1 nonostante abbiano la capacità hardware vi sono i dispositivi Alcate OnePlus e ZTE Axon 7 / M supportati da Widevine L3 anziché L1. Altri dispositivi di fascia alta come Google Pixel 2 XL offrono pieno supporto per Widevine L1.

(image courtesy: XDA Developers)

Non è chiaro il motivo per cui OnePlus e ZTE hanno scelto di ignorare il processo di certificazione per Widevine L1, soprattutto perché Google non richiede alcuna licenza per la certificazione. Un portavoce di OnePlus ha dichiarato – a The Verge – che presto verrà implementato un aggiornamento con il supporto di Widevine L1 (e quindi di Netflix HD).

Se il vostro dispositivo, indipendentemente dalla marca, non trasmette file video in formato HD su Netflix o altre app, è sufficiente andare al Play Store e scaricare le informazioni inerenti il DRM per verificare se il colpevole è Widevine.

Se nelle informazioni relative al DRM si identifica la dicitura “L1”, il vostro dispositivo è in grado di visualizzare video HD su Netflix e altre app. Se ancora non riuscite a visualizzare video HD nonostante si abbia il supporto completo per Widevine L1, allora potrebbe essere una questione legata a Netflix che deve autorizzare il vostro dispositivo al fine di consentire la riproduzione di video HD.

Sfortunatamente ciò significa il dover applicare manualmente le patch all’app Netflix. Xen Senior Member chenxiaolong ha stilato una guida per far funzionare Netflix in HD su tali dispositivi, e il membro XDA Junior  GuillaumeBarberousse ha  realizzato uno script Ubuntu per l’applicazione automatica dell’APK Netflix.

Se d’altro canto, Info DRM mostra “L3”, il vostro dispositivo attualmente non supporta Widevine L1. In tal caso sarebbe opportuno segnalare il problema al tuo OEM, che dovrebbe accertarsi se sia possibile fare qualcosa al riguardo. Per i possessori di OnePlus, è in arrivo una soluzione, almeno nel prossimo futuro.

Non è chiaro il motivo per cui gli OEM non stiano migrando verso il processo di certificazione per Widevine L1. Potrebbe dipendere dal fatto che non hanno il tempo di certificare i loro dispositivi per Widevine L1, o semplicemente non vogliono farlo. Quasi tutti i dispositivi di fascia alta del 2017 sono dotati di hardware, in grado di supportare Widevine L1, e quindi speriamo che l’adozione di esso diventi sempre più comune con i telefoni che verranno commercializzati nel del prossimo anno.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Puoi usare i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>