The Daily Geek
Image default
Home » Un nastro metallico avvolge il centro culturale cinese di Christian de Portzamparc
City Featured Smart Life

Un nastro metallico avvolge il centro culturale cinese di Christian de Portzamparc

Un nastro di acciaio e alluminio si snoda intorno al Centro Culturale della Baia di Suzhou, che l’architetto francese Christian de Portzamparc ha completato sulle rive del Lago Tai in Cina.

Situato su una spianata nel distretto di Wujiang a Suzhou, il centro è diviso in due ali distinte che contengono un mix di sale per spettacoli, spazi educativi e gallerie. Le ali sono unificate da una struttura metallica curva, lunga 500 metri, che si innalza e le circonda a forma di otto, rendendo distinguibile l’edificio da lontano.

Il vincitore del Pritzker Architecture Prize de Portzamparc ha suddiviso il Centro Culturale della Baia di Suzhou in due ali situate nel punto centrale dove il viale che attraversa il distretto incontra il lungomare.

“Era chiaro che l’incontro di questo asse pedonale e del grande lago sarebbe stato un luogo eccezionale, ed è stato su questo sito, su entrambi i lati dell’asse, che il centro culturale doveva essere impiantato”, ha detto de Portzamparc.


Dove il nastro metallico fa da ponte sul viale, incornicia le vedute del lago e della città. In questo preciso punto, de Portzamparc ha incorporato  un belvedere alto 40 metri per i visitatori.

“Il centro culturale crea un nuovo paesaggio collegando acqua, cielo e città in un gioco di riflessi cangianti dato da questo nastro metallico che si estende per oltre 500 metri”, ha aggiunto l’architetto.


All’interno, l’ala nord del Suzhou Bay Cultural Center contiene una grande hall, che conduce a un teatro dell’opera da 1.600 posti.

Questa ala comprende anche una sala modulare da 600 posti per spettacoli, un conservatorio di musica e un cinema.

L’ala sud contiene due musei, uno dei quali è dedicato alle mostre storiche e l’altro alla città. Qui sono presenti anche spazi didattici, un centro giovanile e un centro congressi per eventi pubblici.


Il centro culturale della baia di Suzhou è completato da innumerevoli caffè, ristoranti e spazi commerciali. Molti degli spazi commerciali sono posizionati al piano terra dove si distende il viale tra le due ali, destinato ad attirare i passanti.

Il completamento del Suzhou Bay Cultural Center è l’ultimo di una serie di edifici culturali su larga scala costruiti in tutta la Cina negli ultimi anni.

Questo include il museo Exploratorium di Bernard Tschumi Architects, che si distingue per i giganteschi spazi espositivi a forma di camino, e il Longgang Cultural Center di Mecanoo di Shenzhen, che occupa una fila di quattro edifici rossi angolari.

La fotografia è di Shao Feng.

Crediti del progetto: Architetto: Christian de Portzamparc

Cliente: WJCID

Istituto locale: Arts Group

Acustica: Xu Acoustique

Scenografia: teatro

Struttura e facciata: Arup China

Ideazione illuminotecnica: Artill

Consulente paesaggistico: Régis Guignard

Direzione lavori: E Studio

Segnaletica: ProductionType

Articoli simili

Con Microlino torna il mito Isetta in chiave ecosostenibile

The Daily Geek

Alibaba venderà automobili con un distributore automatico

The Daily Geek

Electron Wheel trasforma qualsiasi bici in una ebike e risponde a “Ehi Google”

The Daily Geek

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito impiega cookies per migliorare la tua esperienza utente. Speriamo tu sia d'accordo ma puoi disattivare questa opzione se lo desideri. Accetta Leggi di più