Nuovi dispositivi e altro: come sarà il 2018 con l’Assistente Google?

by The Daily Geek 123 views0

L’Assistente Google ci consente di conversare, di porre domande ed avere informazioni utili e, soprattutto, è disponibile ovunque tu abbia bisogno di aiuto, a casa o in viaggio. Nel corso dell’ultimo anno, gli sviluppatori hanno lavorato per rendere accessibile l’assistente al maggior numero di dispositivi possibili. Ora è disponibile su oltre 400 milioni di dispositivi .

A casa

L’Assistente Google offre un modo semplice e pratico per controllare la propria abitazione, sia che ci aiuti a spegnere le luci comodamente seduti sul nostro divano o a riprodurre la playlist per la cena che potrà essere diffusa dagli altoparlanti Google Home, Mini e Max. Google ha annunciato che l’assistant sarà disponibile anche per i diffusori a comando vocale di: Altec Lansing, Anker Innovations, Bang & Olufsen, Braven, iHome, JBL, Jensen, LG, Klipsch, Knit Audio, Memorex, RIVA Audio e SōLIS.

Riteniamo che ci siano dei momenti in cui per mezzo di uno schermo l’utilità del Google Assistant potrebbe aumentare a dismisura, immaginate di aver dover imparare come si taglia un ananas, il modo migliore è guardare un video. Google ha annunciato che l’assistente sta arrivando su display definiti smart. Questi nuovi dispositivi hanno l’Assistente Google integrato e, con l’ulteriore vantaggio di un touch screen, possono aiutarti a fare ancora di più. Puoi guardare video da YouTube, videochiamare con Google Duo, trovare foto da Google Foto e altro ancora. Puoi anche ottenere consigli per i tuoi contenuti preferiti, direttamente sulla schermata principale.

A partire dalla fine di quest’anno, l’Assistente arriverà sui nuovi display intelligenti di quattro società, tra cui JBL, Lenovo , LG e Sony. Per ulteriori informazioni in merito a come sono stati creati detti display intelligenti, si rimanda la blog degli sviluppatori Android .

L’anno scorso Google ha portato l’assistente sulle Android TV, tra cui SHIELD TV di NVIDIA e Android TV di Sony, in modo da poter trovare l’ultimo Blockbuster, fare scorta di snack con Google Express – ove possibile – e impostare l’illuminazione perfetta per la visione del film. Continueremo – dice Google – a implementare l’Assistente di TV Android du dispositivi già esistenti come AirTV Player, Bouygues Telecom, Free, LG U +, TCL, Skyworth e Xiaomi. Changhong, Element, Funai, Haier, Hisense e Westinghouse stanno annunciando nuove TV Android con l’Assistente Google. Inoltre, Google ha lavorato a stretto contatto con LG per integrare l’Assistente nella nuova linea di televisori LG nei prossimi mesi.

E, attraverso tutti i propri dispositivi, l’Assistente Google rende la tua casa ancora più intelligente. L’Assistente ora lavora con oltre 225 produttori che commercializzano oltre 1.500 dispositivi e applicazioni smart, tra cui: Abode, Crestron, Gourmia, Insteon, Kohler e Yonomi. Con queste integrazioni, milioni di nuovi dispositivi domestici intelligenti vengono collegati all’Assistente ogni mese, consentendone la gestione a distanza, sia che si voglia riscaldare la casa, controllare il forno o assicurarci di aver chiuso la porta sul retro.

Sul tuo telefono e cuffie

L’Assistente Google è disponibile su dispositivi Android, iPhone e cuffie, da quest’anno saranno in arrivo altre cuffie da Jaybird, JBL, LG e Sony che supporteranno tale applicazione. Dette cuffie sono ottimizzate per l’Assistente Google; una volta accoppiato il telefono, è possibile comunicare tempestivamente con l’assistente con il semplice tocco di un auricolare, sia che si voglia saltare una traccia, ascoltare la canzone successiva, ricevere notifiche, o ascoltare e rispondere ai propri messaggi.

In auto

L’assistente può essere di grande aiuto anche quando guidiamo, in modo da poter tenere le mani sul volante e gli occhi sulla strada. A partire da questa settimana negli Stati Uniti, l’Assistente arriverà su Android Auto.

Android Auto è disponibile in decine di milioni di auto su oltre 400 modelli di oltre 40 marchi, tra cui Ford, General Motors, Nissan, Volkswagen e Volvo. Con l’Assistente di Android Auto, puoi ascoltare le tue playlist da app come Spotify o Google Play Music, ottenere indicazioni rapide da Google Maps o Waze e inviare o ricevere messaggi da servizi come WhatsApp. E presto, potrai prenotare un posto auto con SpotHero o ordinare la propria bevanda o il cibo preferito da Starbucks, tutto mentre si è alla guida.

È possibile utilizzare l’assistente Android Auto sul display dell’auto collegando semplicemente il proprio telefono Android a un’auto che supporta tale applicazione; oppure si può utilizzare su qualsiasi veicolo attraverso il display del telefono. Google è al lavoro con vari produttori di automobili per integrare l’Assistente direttamente nelle loro auto: senza rendere necessaria la presenza di uno smartphone.

Con l’Assistente sul tuo telefono, altoparlante o TV, puoi anche controllare il livello del carburante, bloccare le porte e altro. Questa funzione è già disponibile sulle vetture di BMW, Mercedes-Benz e Hyundai e prossimamente arriverà sulle auto a marchio Kia e Fiat Chrysler Automobiles.

Sempre pronto ad aiutare

Poiché l’Assistente è in grado di fare moltissime cose, Google sta introducendo un nuovo modo di comunicare con l’assistente, tramite ciò che viene definito come “azione”. Le azioni includono funzioni create da assistenti simili a quelle che Google illustra su Maps e quelle che provengono da sviluppatori, editori e altre terze parti, come l’applicazione Fitbit Coach. Quindi trovare le foto con Google Foto rappresenta una sola azione mentre meditare con Headspace sarebbe un altro. Tutto sommato, oggi ci sono più di un milione di azioni che puoi intraprendere con il tuo assistente vocale.

Per aiutarti a scoprire le azioni disponibili sull’Assistente, Goggle ha redatto una nuova pagina di directory . Puoi anche esplorare tutte le possibilità con l’Assistente sul tuo telefono Android o iPhone – vai direttamente all’Assistente, seleziona l’icona blu nell’angolo e pronti, via! Scommettiamo che scoprirai alcune ricerche che non avresti mai immaginato l’Assistente potesse fare. E la parte migliore? Google sta aggiungendo continuamente sempre nuove azioni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Puoi usare i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>