The Daily Geek
Image default
Home » Lavorare da casa con FRITZ!Box – i consigli di AVM e non solo
Featured Networking Test

Lavorare da casa con FRITZ!Box – i consigli di AVM e non solo

Oltreoceano oggi si celebra l'”Organise your Homeoffice Day”. Ricorrenza in cui lo specialista berlinese delle reti AVM spiega come accedere alle risorse della rete aziendale con FRITZ!Box. Un’occasione gradita anche a noi per raccontarvi come abbiamo implementato mesi fa la stessa cosa nella nostra redazione, senza neanche sapere che ci sarebbe tornata tanto utile, vista la situazione attuale.

La guida di AVM

  1. Accedere in maniera sicura ai dati aziendali

Per accedere ai dati aziendali in tutta sicurezza si raccomanda una connessione VPN. In una rete VPN i dati vengono trasmessi come all’interno di una rete domestica, ovvero vi si accede come se file e cartelle fossero archiviate localmente. Tramite VPN è anche possibile fruire delle applicazioni o del centralino telefonico aziendale – l’estensione abbreviata del collega che in genere siede nell’ufficio di fianco al proprio è raggiungibile direttamente anche da casa. Una soluzione molto pratica che oltretutto consente di risparmiare sui costi di un eventuale inoltro di chiamata.

Se presso il datore di lavoro è installato un FRITZ!Box, la connessione alla VPN aziendale può essere stabilita impostandola nel proprio FRITZ!Box o tramite gli apparecchi impiegati per l’attività lavorativa. Una guida per l’implementazione è reperibile sul portale dell’assistenza. Per l’impiego di soluzioni VPN di altri produttori non occorrono impostazioni aggiuntive sul FRITZ!Box.

Qualora la connessione internet utilizzata per l’attività professionale venga rimborsata o conteggiata al datore di lavoro separatamente, il FRITZ!Box è in grado di stabilire una seconda connessione Internet sulla stessa linea grazie alla funzione passthrough PPPoE.

  1. Online in ogni stanza

Per potersi concentrare al meglio sul proprio lavoro, occorre trovare un angolo tranquillo nel proprio appartamento. I FRITZ!Repeater consentono di beneficiare di un’eccellente copertura WiFi anche negli ambienti più remoti dell’abitazione. Chi non dispone di uno studio o ufficio domestico spesso deve spostarsi da una stanza all’altra nel corso della giornata lavorativa. In queste situazioni il mesh steering integrato nei prodotti FRITZ! consente all’utente di non perdere la connessione: il FRITZ!Box riconosce direttamente lo spostamento del notebook e la connessione WiFi del PC portatile viene trasferita automaticamente al FRITZ!Repeater più adatto. Dare un’occhiata rapida alle ultime e-mail mentre si prepara la cena in cucina? Nessun problema con FRITZ!

  1. Una lunga giornata di lavoro a casa? Il FRITZ!Fon ti accompagna!

Se l’attività professionale implica la conduzione di numerose telefonate con clienti, partner e colleghi nel corso della giornata, è auspicabile impiegare un telefono che disponga di una batteria a lunga durata. Il FRITZ!Fon C5 consente di telefonare per l’intera giornata senza difficoltà ed è anche lo strumento ideale per conversazioni particolarmente lunghe.

Come funziona da noi in redazione

Vi ricordate il nostro articolo sulla ricerca di una buona tariffa per l’uso stazionario del traffico dati mobile? Alla fine l’abbiamo trovata, abbiamo scelto l’operatore Yallo e abbiamo implementato nella rete domestica un FRITZ!Box 6890 LTE, che consente di avvalersi contemporaneamente sia della linea LTE sia della linea internet DSL. Quest’ultima é importante ai fini della VPN, perchè gli operatori mobili utilizzano il cosiddetto “Carrier-grade NAT“, ovvero il traffico in ingresso che non sia mero HTML o SMTP e in rari casi SIP, bensì diretto a porte specifiche del vostro router (come quella per i servizi di DNS dinamici o per trasferimenti peer-to-peer o per l’online gaming ad esempio) non viene inoltrato al vostro dispositivo ma rimane bloccato alla cella. Per dirla in soldoni é un pò come se la cella fosse il portone di una palazzina con più appartamenti, voi potete uscire quando volete e sapete esattamente dove andare quando entrate, ma un qualsiasi postino esterno non può che lasciare qualunque pacco fuori dal portone perchè non c’è nessun citofono a cui suonare. Un bel grattacapo se si vuole accedere da remoto tramite protocolli cifrati al proprio FRITZ!Box (o qualsiasi router LTE). L’uso parallelo di entrambe le linee permette invece di gestire tramite DSL l’indirizzo dinamico del FRITZ!Box in Rete e la telefonia IP senza essere soggetti al Carrier-grade NAT né alla riduzione della banda disponibile a seconda del numero dei dispositivi mobili che si avvalgono della cella a cui siete connessi.

Nella sede centrale della redazione a Lugano invece é presente un FRITZ!Box 5490 su linea Ticino.com (Evviva la fibra! A Bioggio ce la sognamo!). Non spieghiamo per filo e per segno l’installazione dato che le guide di AVM su come collegare tramite VPN due FRITZ!Box sono assolutamente esaustive, ma il risultato é questo:

  1. Dispositivi (e periferiche connesse) raggiungibili tramite MyFRITZ per l’accesso remoto
MyFRITZ
Entrambi i dispositivi sono registrati su MyFRITZ e accessibili da remoto

 

    1. Connessione permanente tra i due FRITZ!Box

Utilizzando i rispettivi indirizzi dinamici MyFRITZ é stata implementata una VPN costantemente operativa tra i due FRITZ!Box, collegati in modalità “LAN/LAN”:

VPN
Il FRITZ!Box domestico connesso al FRITZ!Box dell’ufficio

 

I benefici di questa connessione permanente sono due:

  • possiamo accedere da remoto direttamente tramite Windows Explorer o applicazioni per la produttività aziendale alle cartelle aziendali (ovvero al server dove sono archiviati tutti i nostri dati) come se fossimo in ufficio. Non occorre installare su alcun dispositivo un client VPN e creare tunnel cifrati autonomi (abbiamo ovviamente anche quelli nel caso non ci trovassimo né nell’home office, né in ufficio), le cartelle sono raggiungibili sempre, con un click.
  • Visto che in ufficio abbiamo una banda decisamente molto più elevata che presso lo studio domestico, lasciamo gestire al solo FRITZ!Box aziendale le nostre tre linee telefoniche IP e il FRITZ!Box domestico é registrato sul centralino integrato del 5490 come telefono IP connesso via LAN. Inoltre dispone di una delle tre linee in maniera esclusiva per le chiamate esterne. Il beneficio? Le chiamate interne tra homeoffice e ufficio sono – appunto – interne, ossia gratuite anche se i telefoni collegati rispettivamente al 5490 e al 6890 LTE utilizzano linee telefoniche differenti.

Non possiamo quindi che consigliare l’utilizzo di FRITZ!Box nelle piccole aziende: é semplicemente incredibile quello che si riesce a fare con questi router ad un costo relativamente irrisorio, oltre che utile in un periodo in cui lavorare da casa é oltremodo raccomandabile.

Articoli simili

FRITZ!OS 7.20: Da subito un solo prodotto FRITZ! per tutti i mercati!

The Daily Geek

WiFi-6 / WLAN AX: ne parlano in tanti ma che cos’è?

The Daily Geek

Oggi l’acquisto di un campanello o citofono smart ha più senso che mai

The Daily Geek

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito impiega cookies per migliorare la tua esperienza utente. Speriamo tu sia d'accordo ma puoi disattivare questa opzione se lo desideri. Accetta Leggi di più