The Daily Geek
Image default
Home » Garmin Edge 530 e 830: cosa c’è di nuovo?
Featured Gadgets Test

Garmin Edge 530 e 830: cosa c’è di nuovo?

Scaldate i pedali: sono arrivati due nuovi ciclocomputer Garmin. Sono gli Edge 530 ed Edge 830. Quale modo migliore di iniziare la stagione? Quello che state per leggere è un articolo più utile di un manuale d’uso: ecco 10 buoni motivi per fissare sui vostri manubri questi due nuovi gioiellini.

10 buoni motivi per passare ai nuovi Edge 530 e 830

Andiamo alla scoperta dei nuovi Edge 530 e 830 riassumendo tutti i loro plus e, in particolare, quello che di più appetibile e interessante offrono a livello di funzioni ma non solo.

1. Una tecnologia ancora più sofisticata

I nuovi Garmin Edge 830 e 530 hanno una CPU più potente e veloce. Vi basterà provare a navigare tra le schermate e nel menu per rendervene immediatamente conto.

2. Un display più ampio

I nuovi Edge 830 e 530 sono aerodinamici, compatti e leggeri, ma dispongono di un display più ampio: 2.6″ contro i 2.3″ dell’Edge 520 Plus e 820. Lo schermo (touchscreen per l’830, con pulsantiera per il 530) è a colori e ad alta risoluzione.

dimensioni edge 530

3. Una batteria che dura più a lungo

Fino a 20 ore. Ricordatevi però di disabilitare le funzioni non necessarie (come la retroilluminazione) per mettere in condizione la batterie del vostro Edge di durare al massimo delle loro potenzialità.

4. Nuove funzioni per MTB

I nuovi Garmin Edge strizzano l’occhio ai MTBikers e agli amanti delle ruote grasse. Hanno la mappa integrata TrailForks (oltre 130 mila percorsi divisi per grado di difficoltà), nuove dinamiche di analisi (tempo in volo, numero e distanza dei salti), e due nuovi dati: il GRIT, che misura le asperità del terreno e il FLOW, una valutazione oggettiva e misurabile della capacità di conduzione e guida del mezzo.

Sono la principale novità degli Edge 830 e 530 ed è una novità non da poco, resa possibile grazie ai sensori integrati (GPS, accelerometro, barometro e magnetometro).

5. Nuove metriche fisiologiche

Training Load Balance.
EPOC.
Frequenza respiratoria.
Potenza.
Dinamiche del ciclismo.
VO2 max.
Rilevamento dei tempi di recupero.
Tutti dati che, se rilevati tramite misuratore di potenza Vector 3 o una fascia cardio, vi aiuteranno a valutare il vostro allenamento.

Il Training Load Balance, in particolare, incrocerà i dati della vostra variabilità cardiaca, del battito, della potenza e le calorie bruciate per indicarvi, con una semplice grafica, quali zone di allenamento sono performanti e quali, invece, devono essere potenziate. Inoltre i nuovi Edge vi forniscono le analisi delle pedalate delle ultime quattro settimane, suddividendole in base alla qualità dello sforzo.

6. Find My Edge e Bike Alarm

Avete smarrito il vostro Edge in seguito ad una caduta? Vi siete allontanati dalla bici per qualche minuto e, al ritorno, il ciclocomputer – o peggio ancora la bici – non è più al suo posto? La funzione Find My Edge vi permetterà di ritrovare l’Edge nel raggio di copertura del segnale Bluetooth del vostro smartphone, mentre Bike Alarm – che, ci teniamo a precisare, non è un un antifurto – attiverà un segnale acustico nel caso in cui la vostra bici venga spostata. Solo voi potrete disattivarlo con il vostro passcode personale.

7. Funzione Climb Pro

Avete presente la funzione Climb Pro del fēnix 5 Plus? Ecco, questa è molto simile ma non è proprio la stessa. I nostri sviluppatori l’hanno rimodulata in base alle specifiche del mezzo e della disciplina, ma il principio è comune. Con ClimbPro, dato un percorso precaricato, potrete visualizzare sul display quante salite mancano all’arrivo, per quanti km totali e con quale pendenza media.

Quando vi sentirete dire “Dai, che dopo la curva spiana!” avrete gli strumenti per verificare se i vostri compagni di pedalata dicono il vero. Ben venga l’incitamento, ma conoscere quante energie saranno ancora richieste vi aiuterà a dosarle e a concludere senza spiacevoli sorprese la vostra uscita.

8. La cartografia

La Garmin Cycle Map è già precaricata su entrambi gli Edge 530 e 830 e fornisce punti di interesse, percorsi ciclabili e tanto altro. Attivate anche la funzione Trendline Popularity Routing tramite Garmin Connect Mobile per Edge 530 e direttamente dallo strumento per Edge 830. Potete sfruttare Edge 830 per la navigazione: dalla ricerca per indirizzi alla creazione di nuovi itinerari.

9. Acclimatamento in altura

I nuovi Edge – quando connessi al vostro smartphone – sono in grado di incrociare i dati del GPS e della temperatura esterna (rilevata sempre dall’Edge), con i dati meteo dal widget di Garmin Connect Mobile, le rilevazioni di barometro altimetrico, fascia cardio e sensore di potenza, per valutare in funzione del vostro allenamento il coefficiente di acclimatamento in altura, cioè sopra ai 1700 metri d i quota. Un dato molto importante che vi permetterà di affrontare l’ascesa con maggiore prudenza e consapevolezza.

10. Idratazione e alimentazione

I nuovi Edge 530 e 830 sapranno indicarvi se, dato un allenamento, state bevendo a sufficienza e se vi serve mangiare per avere le calorie sufficienti. Quale altro bike computer può farlo?

Non sarà una novità, ma per noi è sempre importante segnalarlo: Edge 530 e Edge 830 sono ovviamente compatibili con il bikeradar Varia RTL510, e il fanale anteriore Varia UT800. Questo pratico kit di luci per bici sarà in grado di segnalare i veicoli in avvicinamento alle vostre spalle, rendervi più visibili agli occhi degli automobilisti ed illuminare la strada di fronte a voi con la potenza di 800 lumen.

È anche attiva la funzione Incident Detection, in grado di riconoscere, grazie all’accelerometro integrato, un eventuale incidente o avaria della bici e di inviare ai numeri di emergenza precedentemente salvati un SMS con la vostra posizione esatta.Con la sicurezza in strada non si scherza.

Articoli simili

Quanto è sicuro il nuovo iPhone 11?

The Daily Geek

Meglio dell’occhio umano: la nuova telecamera Bosch dotata di IA per i sistemi di assistenza e guida autonoma

The Daily Geek

Bosch dota i passeggini del sistema e-stroller

The Daily Geek

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito impiega cookies per migliorare la tua esperienza utente. Speriamo tu sia d'accordo ma puoi disattivare questa opzione se lo desideri. Accetta Leggi di più