The Daily Geek
Image default
Home » Su Netflix arriva il suono di qualità da studio
App Audio Featured

Su Netflix arriva il suono di qualità da studio

La colonna sonora gioca un ruolo fondamentale in molte delle scene più leggendarie di film e TV. The Crown avrebbe raggiunto lo stesso livello di solennità senza il suo meraviglioso tema musicale? E Stranger Things sarebbe riuscita a trasmettere lo stesso senso d’inquietudine?

Benché a volte passino inosservate, le finezze dell’audio possono avere un forte impatto sull’atmosfera trasmessa da una scena e cambiare radicalmente la reazione del pubblico. La combinazione magica tra immagini e suoni riesce a trasportare lo spettatore all’interno della storia ed è proprio per questo che impieghiamo tecnologie creative e funzionalità come 4K, HDR, Dolby Atmos® e la modalità calibrata Netflix.

Oggi siamo lieti di annunciare l’introduzione dell’audio di alta qualità, una nuova funzionalità che porta l’esperienza sonora a un livello superiore. Gli abbiamo dato un nome semplice e diretto perché descrive bene di cosa si tratta: l’audio di alta qualità produce suoni più simili all’audio che gli ideatori ascoltano nello studio di registrazione, preservando ogni minimo dettaglio per un’esperienza più ricca e intensa. Inoltre, abbiamo reso questa funzionalità adattiva, per produrre il migliore audio possibile in base alle capacità dei dispositivi e alle limitazioni di rete, un po’ come già avviene per le immagini.

Per noi è sempre stato essenziale sostenere e veicolare la visione dei nostri partner creativi e l’audio è un aspetto al quale prestiamo particolare attenzione.

L’antefatto

Alla fine del 2017 abbiamo rivisto Stranger Things 2 assieme ai fratelli Duffer all’interno di un salotto, per comprendere meglio l’esperienza vissuta dagli spettatori. Nel primo episodio, durante una scena d’inseguimento in auto, l’audio non era altrettanto definito come durante il missaggio. Abbiamo subito coinvolto il nostro tecnico del suono e attivato le squadre d’ingegneri. Eravamo determinati a fare tutto il possibile per risolvere il problema. Fortunatamente siamo riusciti a trovare una soluzione per Stranger Things 2, aumentando il bitrate dell’audio. Da allora abbiamo lavorato con attenzione per rendere disponibile l’audio di alta qualità su scala sempre più ampia.

Si è trattato di un esempio significativo della cultura sul posto di lavoro di Netflix e di come facciamo tutto ciò che serve per sostenere i nostri partner creativi. Ecco la storia raccontata dal punto di vista dei nostri collaboratori:

Grazie alla combinazione unica nel suo genere di tecnologia creativa e team d’ingegneri, a Netflix non solo siamo riusciti a risolvere un problema, ma ne abbiamo approfittato per migliorare la qualità dell’audio per milioni di abbonati in tutto il mondo.

L’esperienza degli abbonati

La maggior parte dei dispositivi TV che supportano l’audio 5.1 o Dolby Atmos è in grado di gestire un suono migliore. Il bitrate può cambiare a seconda dell’apparecchio e della capacità di rete:

5.1: da 192 kbps (buono) fino a 640 kbps (ottimo/percettivamente trasparente)
Dolby Atmos: da 448 kbps fino a 768 kbps (Dolby Atmos è disponibile per gli abbonati al piano Premium)
Ci aspettiamo che questi bitrate migliorino con l’aumento dell’efficienza delle nostre tecniche di codifica.

Articoli simili

Hey Google! Sonos ti dà il benvenuto

The Daily Geek

IKEA Kadrilj e Fyrtur per salvare la smart home

The Daily Geek

Una nuova era per Premium Class OTTAVA

The Daily Geek

Lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito impiega cookies per migliorare la tua esperienza utente. Speriamo tu sia d'accordo ma puoi disattivare questa opzione se lo desideri. Accetta Leggi di più